Il Ciliegiolo – Solisti in Penombra

Grappolo di Ciliegiolo
Copyright CRA VIT – SNCV 2013

Il quarto “solista” che vi presento è il Ciliegiolo, una varietà molto diffusa in Toscana, adatta anche al consumo diretto (data la maturazione precoce). Il nome di questa cultivar, deriva dai suoi caratteristici profumi e aromi di ciliegia. La sua coltivazione insiste da diversi secoli nelle regioni dell’Italia centrale, anche se in passato si pensava che potesse provenire dalle coste iberiche (così come altri vitigni arrivati attraverso la Via Francigena), tanto da venire chiamato “Aleatico di Spagna”. Tuttavia, recenti studi hanno rivelato più fondate le teorie che vedevano il Ciliegiolo come antenato diretto del Sangiovese, fino a identificarlo come vero e proprio genitore del suddetto, grazie all’incrocio con il pugliese Negro Dolce. Durante dei recenti test del DNA sono state trovate affinità importanti con un vitigno campano, l’Aglianicone, una scoperta che ha portato i ricercatori a definirli “fratelli”. In Toscana si è diffuso principalmente nelle zone calde vicine alla costa, dove acquista qualità che lo rendono più particolare ed accattivante. Nel resto della regione si identifica con diversi sinonimi come: Ciliegino, Aleaticone di Spagna, Reno, S. Maria Nero e Canaiolo Romano. Come molti degli altri “solisti” è stato storicamente utilizzato in blend, che lo vedevano apportare corposità e alcolicità al Sangiovese. Il suo areale toscano prediletto è la Maremma, dove riesce ad esaltare le proprie caratteristiche di fruttuosità e morbidezza. La sua larga diffusione nel centro Italia lo vede primeggiare anche in Umbria, più precisamente nella zona di Narni, dove potrebbe diventare la prima DOC italiana interamente dedicata al Ciliegiolo.
Descrizione Ampelografica
Foglia: pentagonale, media o grande, trilobata o quinquelobata.
Grappolo a maturità industriale: grosso, di aspetto semi-compatto o compatto; allungato, cilindrico, alato.
Acino: medio-grosso e arrotondato; buccia molto pruinosa, di colore nero violaceo di medio spessore; polpa succosa di sapore neutro.
Vinaccioli: in numero di 2 per acino; mezzani.
Fenologia:
Germogliamento: seconda – terza decade di aprile (qualche giorno dopo il Sangiovese ma qualche giorno prima del Canaiolo).
Fioritura: ultima decade di maggio – 1a decade di giugno.
Invaiatura: primi giorni della prima decade di agosto.
Maturazione dell’uva: seconda – terza decade di agosto.
Caratteristiche ed Attitudini colturali:
Produzione: abbondante e costante.
Resistenza ai parassiti ed altre avversità: resistenza normale ai comuni parassiti.
Le principali denominazioni in cui è consentito l’uso di questa varietà in Toscana:
DOCG
Chianti, Chianti Classico, Carmignano, Montecucco Sangiovese, Morellino di Scansano, Suvereto, Val di Cornia Rosso, Vino Nobile di Montepulciano.
DOC
Colline Lucchesi, Cortona Rosso, Genazzano, Maremma Toscana, Montecarlo, Montecucco, Montescudaio, San Gimignano Rosso, Rosso di Montepulciano, Sovana, Val di Cornia.
IGT
Alta Valle della Greve, Colli della Toscana Centrale, Costa Toscana.

Caratteristiche organolettiche del Ciliegiolo – Copyright http://www.themarchian.com

Vinificato in purezza, il Ciliegiolo, dà un vino dal tipico colore rosso rubino intenso con sfumature violacee, piuttosto alcolico, elegante e di buon corpo. Al naso colpisce l’ampiezza e la dolcezza della sensazione fruttata che identifica perfettamente la ciliegia. Con la maturazione, il vino, evolve verso aromi di marasca, prugna e confettura di frutti di bosco, arricchendosi di note che richiamano il sottobosco ed il tabacco. In bocca mantiene la coerente nota aromatica di ciliegia, che guida la morbidezza del sorso, composto da: bassa tannicità, contenuta acidità ed equilibrio gustativo. Le sue caratteristiche di morbidezza e pienezza fruttata lo rendono perfetto in abbinamento a pecorini toscani di media stagionatura o anche a fianco di un piatto di spaghetti rossi, pomodorini, cedro confit e capperi.
TO BE CONTINUED…

TheMarchian.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...