Grasso e mediterraneo – Toscana Bianco IGT “Lauro” 2015 – Podere La Regola

La costa Toscana, un'area mediterranea baciata dai raggi solari, che insieme alla scarsa piovosità la rendono una zona ideale per la creazione di vini potenti e minerali, che traggono dallo iodio un carattere unico e sorprendente, capace di affascinare tutti i più attenti degustatori. Famosa per i suoi rossi "Supertuscan" nati nell'areale di Bolgheri e [...]

Il vitigno e il compasso – La Falanghina ingegneristica di Mustilli

1976, in questo anno nasce la prima bottiglia di Falanghina in purezza del mondo, si tratta di un'opera pionieristica nata dalla lungimiranza di Leonardo Mustilli. In quegli anni di fermento enologico e agricolo, lui era presidente di un comitato che compì un'importante ricerca ampelografica all'interno dei vigneti promiscui dei contadini, catalogando le diverse tipologie di [...]

Il Classico che non sfiorisce mai – Chianti Classico DOCG 2017 – Riecine

L'aggettivo classico deriva dal latino classicus, e vede come significato principale quello riferito all'appartenenza alla più alta classe dei cittadini dell'antica Roma, ma oggi voglio porre l'accento sulla connotazione che ottiene quando diventa sostantivo. Esso assume una valenza molto importante, poichè definisce valori come l'eccellenza e la perfezione, che unendosi creano un matrimonio esemplare che [...]

Evoluzione indigena – Toscana IGT Fogliatonda del Rinascimento 2012 – Piandaccoli

Il Fogliatonda e le sue forme antiche, la foglia grande e tondeggiante, il grappolo lungo e compatto, difficile da mantenere areato e perciò molto soggetto all'attacco delle muffe, molto produttivo e per questo difficilmente controllabile con il vecchio sistema dell'archetto toscano. Un vitigno quasi dimenticato, che lentamente sta riemergendo da un lungo letargo, durato fin [...]

Trasportato dalla salinità – Soave DOC 2018 Il Gigante G – Cantina Martinelli

Dico Garganega e pensi subito a Soave, l'areale veronese che da il nome ad uno dei vini bianchi italiani più conosciuti nel mondo. Le splendide colline ad Est di Verona (chiamate appunto zona di Soave) rappresentano il vigneto più esteso d'Europa, che si sviluppa su ben 6.600 ettari di vigne. Questa macro-area, racchiude al suo [...]

Sulle ali della persistenza – Langhe Nebbiolo DOC 2017 – Bartolo Mascarello

Metti una sera, Firenze, nel centro storico proprio vicino al Mercato di San Lorenzo, metti quattro amici in cerca di un aperitivo sfizioso e dissetante, metti la Casa del Vino, metti una serie di bottiglie stimolanti e anche abbastanza rare da trovare ed avrai la situazione perfetta per gustare un capolavoro enologico dal prezzo contenuto. [...]

L’oro pantesco – Passito di Pantelleria DOC “Bukkuram” 2014 – Marco de Bartoli

Ci sono produttori di vino che hanno lasciato un grande segno del loro passaggio su questa terra; qualcosa di più di un semplice ricordo, molto di più di un'abitudine, loro hanno lasciato qualcosa di tangibile, frutto del duro lavoro e delle forti convinzioni. Uno dei più limpidi esempi è Marco de Bartoli, un uomo che [...]

20 anni fa a Carmignano – Ghiaie della Furba IGT 1999 – Tenuta di Capezzana

20 anni fa ci preparavamo all'arrivo del nuovo Millennio e facevamo poco caso alla fine di un secolo che aveva creato la civiltà moderna. Tutti aspettavano la vendemmia del 2000 e in pochi davano credito alla '99, così nonostante il grande impegno dei vignaioli ebbe meno visibilità e possibilità di esprimere le sue notevoli qualità. [...]

Montalcino VS 2014 – Brunello di Montalcino DOCG “Vigna Soccorso” 2014 – Tiezzi

“Annata tremenda falcidiata da pioggia, grandine e tanto freddo, le uve non saranno mai in grado di sostenere la maturazione che porta il vino a divenire elisir di felicità!”; un duro colpo per chi, come i produttori di Brunello, esce dopo ben 5 anni dalla vendemmia. I giudizi negativi hanno segnato gli ultimi 5 anni [...]

Le radici dell’austerità – Barolo Riserva DOCG 2012 – Elio Sandri

Le radici sono la parte coperta della pianta, sono dei rami che privi di foglie attraversano verticalmente la terra e vanno a conficcarsi nel substrato del terreno. Queste silenziose propaggini sono la forte base della pianta e hanno il grande dovere di cercare acqua e sostanze nutritive indispensabili per la sua crescita. In Barolo, le [...]